Auguri di Walter Veltroni

alla c.a. neoeletto segretario regionale del Partito Democratico Raimondo Donzel
ai delegati

Caro Raimondo, cari democratici della Val d’Aosta,

Vi scrivo queste poche righe perché oggi, in tutta Italia, si terranno le prime assemblee costituenti regionali del Partito Democratico e voglio farvi i miei auguri per l´avvio dei vostri lavori.

Innanzitutto voglio ringraziarvi per l´impegno che avete dimostrato in occasione delle primarie. Proprio alla fine dello scorso settembre a Saint Vincent, ho tenuto uno di quegli incontri in cui da quasi un anno provo a raccontare cosa per me rappresenti la politica: una nobile attività che vive dei temi suggeriti dalle persone, della partecipazione. E la Valle d´Aosta ha dimostrato di voler occuparsi con vera passione della politica libera, che sta nascendo da premesse non ideologiche. Nella regione più piccola d´Italia le previsioni parlavano di circa 2.000 votanti e invece domenica 14 ottobre ce ne sono stati oltre 3.500, quasi il doppio. Quando io e Dario Franceschini abbiamo saputo che in un solo seggio, a piazza Chanoux, ad Aosta si erano presentate a votare 800 persone, abbiamo capito come l’augurio che il comitato promotore regionale valdostano aveva espresso anche nei suoi manifesti, “gente comune, per un partito non comune”, era diventato realtà. La prima riunione dell´Assemblea Costituente, a Milano, ci ha permesso di mostrare all´Italia un partito fatto di persone, idee, strumenti, luoghi in cui costruire con tutti quelli che hanno votato alle primarie, e con chi dopo il 14 ottobre ha deciso di affiancarci, il Partito democratico. Un tema sul quale dovremo essere in grado di presentare proposte innovative, è quello dello sviluppo sostenibile, e sono sicuro che forti dell’esperienza da voi dimostrata nella gestione di uno dei parchi nazionali più antichi d´Italia, in questo campo saprete darci indicazioni importanti. Non è il solo contributo che vi chiederemo, Voglio ringraziare tutti quei valdostani, donne, giovani, uomini che hanno scelto di contribuire a definire, con passione e responsabilità, un grande nuovo partito che rappresenti tutti gli italiani, per avere un ruolo di primo piano anche in Europa. Mi riferisco all´Europa che da anni non è più sinonimo di confine ma quel ponte tra i popoli per il quale Altiero Spinelli si batteva già durante la tragica esperienza del fascismo. L´Europa che se da Roma a volte può sembrare ancora lontana per voi è davvero fuori della porta di casa.

Auguri di buon lavoro.

Walter Veltroni

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...