Sovegliare e punire: la strada italiana per “abolire” la povertà

Drammaticamente bello il titolo dell’articolo de il Manifesto che richiama Foucault, il cambiamento sovranista/populista non è che una tristissima mistura di paternalismo ottocentesco (tra un po’ qualche mente bacata del Parlamento ci proporrà come novità le case di correzione e internamento per rieducare al lavoro i poveri) e irrigidimento etico dei peggiori regimi totalitari (lavoro nei campi e in Siberia per tutti).

L’Italia non è mai stata (e non sarà a breve), un paese autenticamente liberale.

Al popolo piace così.

Gli italiani preferiscono, perché non obbliga all’autocoscienza e alla responsabilità, uno stato guidato dal biblico Leviatano piuttosto che l’Atene di Pericle.

#redditodicittadinanza ???

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...