Pillole di 2016 per un 2017 ancora migliore! 

Sintesi dell’impegno nell’Assessorato alle attività produttive, energia e politiche del lavoro:

1. Prossima riapertura dell’exFeletti (già più di due milioni di investimenti, riassunti gli ex dipendenti, prospettive di lavoro nuove per il 2017.)
2. Insediamento di birrificio artigianale presso il piano seminterrato dell’exMaxel di Gignod, che era vuoto da tanti anni; fondamentale il ruolo dell’imprenditoria valdostana.
3. Nuovi bandi per l’innovazione e la ricerca finanziati da Fondi europei e bando per una gestione innovativa delle Pépinières di Aosta e Pont-Saint-Martin.
4. Oltre 2 milioni di euro di Microprestito con Fondi europei erogati in mutui a tasso zero per artigiani e commercianti.
5. Mutui per riqualificazioni, ristrutturazioni ed efficientamento energetico, per un’edilizia ecosostenibile, già erogato oltre un milione di euro a tasso 1% + detrazioni fiscali del 65%, primi in Italia, già prenotati oltre 4 milioni di euro; previsti nuovi fondi nel 2017.
6. Grande partecipazione alla Foire de Saint Ours, di Donnas, di Antey, e alla Foire d’été.
7. Il 23 gennaio 2017 inizia l’installazione delle colonnine di ricarica elettrica, saremo prima Regione italiana a totale copertura: lo sviluppo sostenibile è una realtà.
8. Misure di inclusione attiva: primi in Italia con la sottoscrizione dei patti di inclusione (possibile potenziamento della misura nel 2017).
9. Accordi con la Regione Piemonte, i principali poli di innovazione piemontesi, e in via di definizione con IIT di Genova e Regione Lombardia per innovazione, ricerca e sviluppo economico e finanziario: la Valle D’Aosta esce dall’isolamento.
10. Collaborazione con centri per impiego francesi e Agenzie del lavoro delle Regioni del Nord per politiche attive del lavoro e Journée des métiers di tourisme.
11. Importanti lavori di ristrutturazione e manutenzione degli stabilimenti di proprietà regionale ad opera di VdA Strucuture.
12. Riforma del sistema di formazione professionale regionale (cosa a cui tengo in modo particolare): si assolve l’obbligo scolastico anche nella formazione, sperimentazione duale sul modello svizzero e tedesco, avvio del quarto anno anche con possibilità di formazione all’estero, pari dignità con il sistema dell’istruzione.

13. Apertura della Maison de l’Aritisanat International (MAIN) a Gignod nella Casaforte denominata Maison Caravex (che in passato era finita nell’elenco nazionale delle opere incompiute).

Il 2016 è stato un anno duro ma ricco di risultati che rilancia la prospettiva di uno sviluppo sostenibile nella nostra Regione! Con un ruolo ancora più attivo e libero della società, e politiche di indirizzo a supporto dell’Amministrazione regionale.
Grazie a tutti i miei collaboratori, dagli uscieri fino ai coordinatori, a VdaStrucuture, a IVAT, al COA energia, alle Parti sociali tutte, agli enti di formazione, alla Chambre Valdôtaines, a Finaosta, a Sitrasb, a CVA, ai colleghi di Giunta e del Consiglio regionale, ai tanti che mi hanno dato un consiglio, una critica costruttiva, un incoraggiamento.
Da soli non si cambia nulla: con il lavoro di squadra il cambiamento diventa realtà (anche se nulla è facile ma richiede lavoro, sacrificio, impegno costante).
Il 2017 non potrà che essere ancora migliore.
Un sentito Augurio a tutti di serenità e pace!

Annunci

7 thoughts on “Pillole di 2016 per un 2017 ancora migliore! 

  1. punto 1)
    riassunti 4 dei 7 ex dipendenti + 1 non Feletti
    degli altri 8 in mobilità Feletti NESSUNO è stato riassunto
    NON FACCIAMO POLITICA VANTANDOSI DI COSE CHE IN REALTA’ NON SONO VERE

    • Quando ho assunto l’incarico di assessore: sette erano i dipendenti della Feletti di Pont-Saint-Martin. Poi la Feletti ha chiuso! Ho preso l’impegno di far ripartire l’aziende e di far riassumere i dipendenti in essere! (Non conosco a quali condizioni, e con quale buonauscita furono licenziati nel passato dei dipendenti). Un dipendente non è mai stato allontanato perché già nel periodo della trattativa della nuova acquisizione, la nuova società ha provveduto a retribuirlo grazie ad accordi con la exFeletti. Il progetto nuovo c’è grazie al sostegno dell’Amministrazione regionale: altrimenti gli imprenditori non avrebbe acquistato lo stabilimento.
      Essere soddisfatti che la Valle d’Aosta riparte non è vantarsi ma motivo di orgoglio per tutti i valdostani (e anche un’operazione di marketing per attirare nuovi investimenti e dare nuove opportunità a chi deve trovare una nuova occupazione!).

      • Quando si rilasciano delle dichiarazioni, bisogna farlo con criterio e con la massima onestà, io sono Flavio Perazzolo, uno degli ex dipendenti che NON è stato riassunto ma neanche contattato, tra l’altro nel mese di giugno sono anche stato da Lei ricevuto per un colloquio informativo sulla situazione Feletti ( mi chiese anche il mio numero di telefono per un eventuale contatto.. ricorda???), non solo, per ben due volte ho cercato di mettermi nuovamente in contatto con Lei per dei chiarimenti ma… anche qui nessuno si è fatto vivo.
        Ora per fortuna mi sono trasferito altrove ed ho intrapreso una nuova esperienza, ma quello che voglio ribadire è il fatto che quando si scrive “riassunti gli ex dipendenti” significa TUTTI, altrimenti la cosa più corretta sarebbe stata: RIASSUNTI ALCUNI degli ex dipendenti, senza fare numeri ne propaganda.

        Flavio Perazzolo

      • Capisco la sua rabbia; ma io ho sempre parlato degli ex dipendenti riferendomi a chi era in forza nel momento in cui sono diventato Assessore. Nessuna propaganda. I fatti parlano più delle parole. Per quanto riguarda persone che avevano precedentemente lavorato in Feletti o fabbriche alimentari si è invitato tutti a inviare un curriculum ma siccome non è un’azienda pubblica, spetterà alla proprietà assumere liberamente il personale.
        Sono comunque felice che lei abbia risolto la sua situazione personale.
        Buon lavoro.

  2. Con questo chiudo,
    Tanto per essere chiaro io faccio parte degli ultimi 7 dipendenti Feletti che con Lei presente e nel suo ufficio hanno firmato le dimissioni, cioè in forza da quando è assessore, quindi come può vedere ho fa finta di con capire o ricordare oppure è poco informato.
    Non ho inviato il mio curriculum come non lo hanno fatto i miei ex colleghi che sono stati riassunti.
    Non sono arrabbiato, ma deluso da politici come Lei che si pavoneggiano con dichiarazioni NON VERE.
    Le ricordo il mio nome, Flavio Perazzolo, assunto in Feletti nel 1992 e licenziamo nel Settembre 2015 come gli altri miei 6 colleghi, si informi meglio!!!!
    Buona fortuna anche a Lei per la sua carriera POLITICA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...