Informazione e censura de la Vallée Notizie

La libera informazione presuppone che la scelta dell’importanza da attribuire a una notizia e i commenti della stessa siano prerogativa della scelta indipendente e libera di un giornale.

Ma il presupposto è dare la notizia!

E se un giornale sistematicamente boicotta l’attività che ruota intorno all’Assessorato alle Attività produttive, facendo solo titoli di chiusure di aziende: qualcosa non va. Capisco che siamo già in campagna elettorale e chi non fa parte di un partito autonomista deve essere messo fuori gioco: ma c’è un limite anche all’indecenza giornalistica.

A cosa mi riferisco? La Vallée notizie non trova spazio nelle sue 64 pagine per “citare” una nuova legge regionale sulla Promozione investimenti e non una riga sul Programma di innovazione e sviluppo industri e artigianato che mancava in Valle d’Aosta dal 2012, oggetto di dibattito nell’ultimo consiglio regionale.

Caro Direttore si faccia un esame di coscienza, le potrà dare fastidio che l’Assessore alle Attività produttive non abbia le sue idee politiche e non militi nei movimenti a lei graditi; ma almeno informare i cittadini delle Leggi regionali, questo dovrebbe sentirlo come un dovere.

E siccome io ho un lavoro e posso vivere senza un posto politico e senza inchinarmi al potere del suo giornale non ho nessuno problema a scriverglielo apertamente.

La politica non sarà una “bellezza” ma questa informazione non contribuisce certo a farla migliore!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...