Mobilità elettrica: la VDA si prepara al futuro

Interrogazioni sullo sviluppo della mobilità elettrica nella RegioneRiunione del Consiglio del 2 febbraio 2016

Lo sviluppo della mobilità elettrica nella Regione è stato al centro di due interrogazioni presentate rispettivamente dal Movimento 5 Stelle e dall’Union Valdôtaine Progressiste nella seduta consiliare del 2 febbraio 2016.

I Consiglieri hanno focalizzato la loro attenzione sulla tempistica per la predisposizione di una bozza di piano strategico che, conformemente ad una mozione approvata all’unanimità dal Consiglio, dovrebbe essere redatto da un gruppo di lavoro, composto anche da rappresentanti degli Enti locali.

L’Assessore alle attività produttive, energia e politiche del lavoro, Raimondo Donzel, ha precisato: «Sulla questione il 28 maggio 2015 si è svolta una riunione di un gruppo di lavoro composto da rappresentanti dei Dipartimenti regionali dei trasporti, del territorio e ambiente, dell’industria, artigianato e energia, degli enti locali, di CVA. Da questo incontro è emerso con soddisfazione che ci troviamo in una fase esecutiva e ampiamente realizzativa del Piano strategico. Con la delibera approvata poi a dicembre, è stato approvato lo schema di convenzione con il Ministero per l’attuazione del progetto e siamo in attesa della firma da Roma. C’è molta attenzione su questo tema, come Valle d’Aosta abbiamo fatto tutto il possibile. E’ stata poi approvata l’autorizzazione a contrarre la fornitura di rete di ricarica per i servizi elettrici e il progetto di realizzazione di colonnine su tutto il territorio regionale: questo è un progetto pilota, la Valle d’Aosta sarà la prima regione ad avere la copertura totale del territorio. Al momento siamo in attesa delle osservazioni da parte del Ministero, alla luce della normativa europea.»

L’Assessore ha quindi ribadito: «Il segnale è chiaro, ci troviamo in una fase esecutiva. L’Assessorato alle attività produttive sostituirà un veicolo usurato con un veicolo elettrico, e non appena potremo disporre delle colonnine daremo il via ad un percorso di ricambio del parco auto, anche da parte delle società partecipate. Sitrasb ha già un piano di sostituzione dell’intero parco auto, seguirà Vda Structure e cominceranno con un veicolo anche CVA e Finaosta. Speriamo di concludere entro l’anno questo progetto di mobilità elettrica, di cui si terrà conto nel Piano aria e sarà poi inserito nel piano di mobilità strategica dei trasporti che, per la sua complessità, richiederà tempi ulteriori. Per accelerare i tempi, si stanno già predisponendo le pratiche necessarie all’avvio dei lavori nei Comuni ed è stato chiesto il preventivo di spesa alla Deval per l’allaccio della colonnina. La vera sfida sarà poi la promozione nei confronti dei cittadini, ma ci stiamo occupando anche di questo aspetto: intanto la ditta che si occupa della raccolta dei rifiuti in Aosta usa veicoli elettrici, così come la società Cogne. Ritengo che gli obiettivi 2020-2021 della scheda mobilità sostenibile per il POR/FESR saranno completati anche prima.» 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...