Potenziamento Stuttura politiche formazione e occupazione

Interpellanza sul potenziamento della Struttura politiche della formazione e dell’occupazione
Riunione consiliare del 18 novembre 2015

Con un’interpellanza discussa nella riunione consiliare si è voluto porre l’accento sul potenziamento della Struttura regionale politiche della formazione e dell’occupazione, cui è demandata la gestione dei fondi sociali europei.
Nella risposta, l’Assessore alle attività produttive e politiche del lavoro, Raimondo Donzel, ha convenuto sull’importanza della Struttura organizzativa politiche della formazione e dell’occupazione che ha inglobato le funzioni della vecchia Agenzia del lavoro. «Colgo con favore l’impostazione di una interpellanza che è tesa a riconoscere e valorizzare il ruolo del Dipartimento delle politiche del lavoro e l’importanza dell’attività svolta dai nostri uffici e dai nostri dipendenti. Preciso che, pur con un piccolo ritardo, siamo riusciti a fare partire in modo significativo la programmazione europea 2014-2020 che, per il 2016, ha già impegnato oltre 10 milioni di euro e raggiungerà l’obiettivo dei 22 milioni di euro e, questo, mentre si chiude la complessa procedura della programmazione 2007/2013. Nel corso del 2015, sette persone sono state indirizzate verso il Dipartimento della formazione e dell’occupazione, di cui quattro sono andate ai Centri per l’impiego. L’intenzione è quella di rafforzare ulteriormente questo Dipartimento, nel rispetto dei contratti di lavoro, cercando di motivare gli impiegati. In questo momento, a seguito di un spostamento interno, esiste una carenza di un’unità nel profilo D per quanto riguarda l’Autorità di gestione, che è una funzione strategica. Per i Centri per l’impiego è stato previsto un concorso per un’altra figura e la graduatoria consentirà, per tre anni, di sfruttare le risorse del POR-FSE – che valgono 1 milione 550 mila euro – per assumere ulteriori persone in modo da coprire le esigenze di sportello dei Centri vista la situazione del mercato del lavoro. La Struttura quindi non è stata ferma, servono però ulteriori risorse così come si dovrà ricollocare il Dipartimento delle politiche del lavoro nella sede semivuota di piazza della Repubblica andando anche a fare importanti risparmi nei costi complessivi dell’Amministrazione. Questa operazione consentirà di rimettere insieme tutte le risorse dell’Assessorato e creerà maggiori sinergie interne che oggi sono più difficili per ragioni anche di lontananza fisica. Le criticità esistono e non vanno sottovalutate vista la delicatezza delle procedure dei fondi europei, ma nel 2015 abbiamo già dato risposte importanti e ribadisco che la programmazione è avviata e gli obiettivi saranno pienamente raggiunti.» 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...