Continuo a lavorare nel #PD

La sinistra che fonda nuovi gruppi e nuovi partiti (non sentivamo per nulla la mancanza dei Komunisti di Rizzo che si diversificano da Rifondazione, ma tant’è dalla Grecia importiamo non solo la responsabilità di Tsipras ma anche i residui bellici dell’ideologia ottocentesca) è segno di una vitalità democratica che va guardata con rispetto.

Ma nel giorno in cui le destre salgono unite sul palco a Bologna per lo show di Salvini e di Berlusconi che tenta di addomesticarlo per farlo digerire ai moderati, credo di apprezzare più che mai la saggezza e la lungimiranza di quelli che continuano a lavorare per rafforzare il Partito democratico e la sua capacità di governare, di ridare una vera prospettiva di sviluppo al paese e una reale e concreta possibilità di cambiare l’Italia. 

Nel #PD ognuno con la sua sensibilità, le sue idee, le sue proposte, il suo lavoro deve concorrere a sostenere l’attuale maggioranza parlamentare e il governo Renzi.

(Quando fondammo il PD nel 2007 era ben chiaro che volevamo fare un partito che unisse tutte le culture riformiste del paese, ispirandoci all’esperienza dell’Ulivo, e non tornare alla sommatoria di partitini litigiosi che magari vincono le elezioni contro la destra ma che hanno affondato per due volte i governi Prodi!)

La cosa più di sinistra che si può fare in questo momento è far ripartire l’economia e creare posti di lavoro per poter aiutare anche i più deboli che da soli non ce la fanno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...