SpeedyBRICK® vinceil premio speciale Valle d’Aosta alla Start Cup 2015

L’Assessore alle attività produttive, energia e politiche del lavoro, Raimondo Donzel, ha consegnato oggi, mercoledì 7 ottobre, durante una cerimonia al Politecnico di Torino, il Premio Valle d’Aosta della Start Cup 2015 all’ingegner aostano Flavio Lanese, per la sua invenzione SpeedyBRICK®, un mattoncino tipo Lego che con un sistema ad incastro e delle cerniere consente la realizzazione di manufatti edili in diversi materiali. Il premio ammonta a 7 mila 500 euro e offre la possibilità per l’attività di insediarsi in una delle due Pépinières d’Entreprises valdostane.

La competizione premia ogni anno le migliori idee di business supportate dai tre incubatori universitari piemontesi – I3P del Politecnico di Torino, 2i3T dell’Università degli Studi di Torino, Enne3 dell’Università degli Studi del Piemonte Orientale – e da quello valdostano – Pépinière d’Entreprises Espace Aosta.
L’idea dello SpeedyBRICK® nasce per colmare una lacuna del mercato, che non offre nessun prodotto con le stesse caratteristiche per il “fai da te” nel settore dell’edilizia. Il sistema consente infatti la costruzione di manufatti (pareti interne ed esterne di edifici, complementi di arredo e quant’altro la fantasia e la creatività possono suggerire) mediante l’assemblaggio soltanto meccanico di elementi modulari. L’assenza di leganti (malte o colle) e la modularità degli elementi che non comporta lavorazioni ad utensile (forature, segature, ecc.) evita qualunque impatto di cantiere (polvere, sfridi, calcinacci) negli ambienti in cui si realizzano le costruzioni. I manufatti risultano strutturalmente molto resistenti ed antisismici, in quanto armati in acciaio, oltre che dotati di cavidotti interni già predisposti per il passaggio di tutta l’impiantistica. Le costruzioni non richiedono nemmeno interventi di rivestimento o tinteggiatura. I manufatti realizzati sono inoltre smontabili ed i moduli possono essere riutilizzati infinite volte per nuove realizzazioni, eliminando ogni spreco. 
Il primo premio assoluto della Start Cup Piemonte Valle d’Aosta è invece stato assegnato a Sintol, sistema innovativo per produrre carburanti da plastica riciclata. Attraverso la riconversione industriale di una ex centrale termoelettrica a Front (TO), Sintol punta alla produzione di carburanti sintetici avanzati, per riscaldamento e autotrazione, ottenuti unicamente da materie plastiche riciclate, con un processo di pirolisi catalitica brevettata. Il progetto vincitore si è aggiudicato un premio da 10 mila euro.
Al secondo posto, si è classificato X-wine, piattaforma di sensori wireless in grado di rilevare qualsiasi parametro ambientale utile nel campo agricolo, mentre al terzo Larivoc, dispositivo wearable per migliorare il linguaggio di pazienti sottoposti a interventi alla laringe o alle vie respiratorie superiori. Ai due progetti vanno rispettivamente 7 mila 500 euro e 5 mila euro. Quarto posto ex aequo per ERS Engineering, basato sul recupero e sulla valorizzazione degli scarti agro-forestali attraverso un sistema denominato “gassificazione multistadio”, e Novaicos, che propone un innovativo principio attivo brevettato per la salute ossea, destinato alla cura di osteoporosi e osteopenia. 
Durante la cerimonia di premiazione, tra li altri, è stato assegnato anche il Premio Cuneo, destinato al miglior business plan che insedi l’impresa nella Provincia di Cuneo, offerto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo. Il premio è stato vinto da Immodrone, progetto di foto e video con i droni per valorizzare annunci immobiliari e attrazioni turistiche, che annovera fra i componenti del suo team anche il giovane startupper valdostano di La Salle Carlo De Micheli.
Alla fase finale della Start Cup 2015 hanno partecipato 189 progetti, contro i 158 del 2014 (+20%), per il 48% appartenenti al settore ICT e Social Innovation. Gli altri settori maggiormente rappresentati sono stati quello dei servizi (17%), quello industriale (10%) e quello agroalimentare (7%). I proponenti coinvolti sono stati 477, il 26% in più rispetto ai 376 dell’anno passato.
Per il quinto anno in Valle d’Aosta, l’iniziativa è sostenuta dall’Assessorato delle attività produttive, energia e politiche del lavoro ed è realizzata nell’ambito del progetto di animazione territoriale di carattere economico finanziato dal Programma operativo FESR Competitività Regionale 2007/2013. Molto importante, quest’anno, la sinergia con l’Università della Valle d’Aosta – Université de la Vallée d’Aoste, che congiuntamente ai tre atenei piemontesi, è stato uno dei soggetti promotori del concorso. L’attuazione del progetto, in Valle d’Aosta, è affidata a Vallée d’Aoste Structure, in qualità di ente gestore delle Pépinières d’Entreprises, per la quale hanno collaborato gli ingegneri Roger Tonetti e Antonio Di Blasi.
Per maggiori informazioni: http://www.startcup-piemonte-vda.it
Vallée d’Aoste Structure s.r.l.
telefono +39 0165 30.55.29
Ufficio stampa Start Cup Piemonte e Valle d’Aosta:
Press Play – Comunicazione e pubbliche relazioni
Alessandro Tibaldeschi | +39 333 6692430 | ale@agenziapressplay.it

   

    
 Fonte: Assessorato delle attività produttive– Ufficio stampa Regione Autonoma Valle d’Aosta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...