Ferrovia Aosta-Torino: #bracciodiferro?

Continua, perdura, insiste, imperversa il #bracciodiferro fra lo Stato e la Regione VdA su chi deve pagare i costi del Contratto di servizio con Trenitalia: 23 milioni nel 2011, 23 milioni 2012, 23 milioni 2013, e 9 nel 2014 (perché 14 li ha pagati – si spera – lo Stato…)…

Intanto l’Assessore Marguerettaz audito in IIa Commissione ci regala una lezioncina sulla norma di attuazione per il passaggio competenze di competenze sulla ferrovia Aosta-Torino e sulla legge del federalismo fiscale (con coda dei decreti SalvaItalia) e sulla loro inconciliabilità: nella norma di attuazione lo Stato si impegna a importanti investimenti sulla linea (ma non ha risorse) nel dare le competenze alla Valle d’Aosta; nella legge sul federalismo fiscale si scaricano costi di servizio alla Regione (che a sua volta non ha risorse) come previsto dalla norma di attuazione (non attuata?)… dunque?

Braccio di ferro!

Ossia ancora incertezza per mesi e forse anni!?!
“Paga tu! No, tocca a te! io pago solo se mi dai i soldi e mi dai una bella ferrovia! comincia a pagare!” Non sono dialoghi questi tra macchinisti che hanno alzato il gomito nel dopolavoro ferroviario, ma la sintesi dei tavoli tra Ministero e Assessorato ai trasporti!

Incomprensibile: chi ci perde e ci perderà sono i cittadini! Servizi scarsi, deficitari e minacce continue di tagli al servizio!
Chi lavora, studia, viaggia per necessità o per piacere, si vede stravolta la vita!

Due domande mi sorgono spontanee:
1. Quando il Presidente Rollandin in beata solitudine firmò con il governo Berlusconi l’accordo sul federalismo fiscale (2010) non si era accorto del problema (o sperava in uno stato Babbo Natale?)????
2. Perché bisogna aspettare le minacce inaccettabili di Trenitalia (4 anni!!!) per affrontare questa situazione (non è che il caos nazionale maschera il caos regionale e viceversa?)????

Domanda di riserva: nel frattempo si va avanti con un appalto in affidamento “diretto” per acquistare alcuni treni “bimodali” (50 milioni): insufficienti a far funzionare l’attuale servizio (insomma ci si prepara ai futuro tagli del servizio?)????

Spero che invece di un Braccio di ferro, si rafforzi la strategia di collaborazione con il Piemonte (abbandonata negli ultimi anni) e insieme si trovi un accordo con lo Stato (in tempi brevi e rispettosi dei cittadini).
Sono sempre i cittadini più deboli a perderci da queste battaglie! Si lavori per il #bencomune!

IMG_6573.JPG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...