Il #cambiamento non si può fermare!

Più ancora ad Aosta che a Roma fa paura il #cambiamento…
Nonostante la crisi, nonostante la disoccupazione cresca vertiginosamente, nonostante l’assenza e l’incapacità manifesta del governo, ancora taluni si ostinano a difendere lo status quo e le rendite piccole e grandi di posizione…

E le file dei conservatori annoverano sia i grands commis del regime sia le vittime del potere clientelare, spaventate e terrorizzate dalle minacce, sia taluni vecchi oppositori scavalcati dagli avvenimenti e dalla storia che sono spiazzati da una più dinamica e ampia opposizione…

Ma il cambiamento non si fermerà, perché non è frutto solo dell’opposizione in Consiglio regionale, e della loro unità sui contenuti e sui fini del cambiamento delle forze politiche; ma perché è promosso dal basso: da una spinta senza precedenti nella società valdostana…

A noi non resta che dar voce ai cittadini: e il cambiamento verrà! Con o senza di noi! E io sarò con i cittadini in questa battaglia come nei referendum del 2007 e del 2012, al di là dei vecchi schemi della politica di palazzo…
Per una politica nuova che si alimenta della partecipazione popolare…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...