Emergenza ferrovia: basta giocare a nascondino con lo Stato!

Per salvare la ferrovia ed evitare i tagli ai treni bisogna chiudere la trattativa che è in stallo da 3 anni con lo Stato!
L’Assessore Marguerettaz e la Giunta regionale non hanno più alibi: occorre informare i cittadini della situazione e di come si intende chiudere a breve l’accordo con lo Stato e Trenitalia!

Per questo Uvp, Alpe, PD-SinistraVdA, M5S non hanno abbassato la guardia ma presentano una mozione unitaria per smuovere l’immobilismo del governo regionale!

Prot. n. 34/14​Aosta, 28 febbraio 2014

Al Presidente del
Consiglio regionale
SEDE

I sottoscritti Consiglieri regionali, La pregano di iscrivere all’ordine del giorno del Consiglio la seguente

MOZIONE

POICHÉ il servizio ferroviario è parte fondamentale del sistema integrato dei trasporti;

CONSIDERATO che la paventata riduzione delle corse da parte di Trenitalia risulta non essere stata annullata ma semplicemente sospesa a seguito di una nota da parte del Ministero delle infrastrutture e Trasporti “che richiede la continuazione dei servizi sulla base di una clausola di continuità prevista nel Contratto di servizio con il Ministero stesso”;

VISTO che la diatriba in atto in merito alle competenze e al credito da 70 milioni di euro che Trenitalia vanta per il servizio fornito negli ultimi tre anni, è solo sospesa “in attesa degli esiti dell’incontro tecnico con il Ministero dei Trasporti e la Regione”;

POICHÉ la situazione di stallo potrebbe sfociare in una riduzione delle corse nel caso la Regione Valle d’Aosta e lo Stato non riescano a dirimere la controversia in atto;

ATTESO che una ferrovia efficiente non va a vantaggio solo dei cittadini dei territori attraversati dai treni ma svolge un ruolo fondamentale nella funzione di coesione sociale ed economica sul territorio nazionale, con riflessi positivi per l’intera comunità nazionale;

VISTA la necessità di addivenire a una rapida soluzione della vertenza in atto, per garantire l’accesso universale a un servizio di interesse economico generale;

VISTA la risoluzione approvata dalla maggioranza nel Consiglio Regionale del 26 febbraio u.s. con la quale si impegna il governo regionale ad aprire un tavolo di confronto con Trenitalia e lo Stato in merito alla ferrovia;

IL CONSIGLIO REGIONALE

IMPEGNA

il Governo regionale:

1) a istituire un tavolo operativo, presieduto dall’Assessore Competente, composto da organizzazioni sindacali, associazioni dei consumatori, associazioni dei pendolari, rappresentanze delle forze politiche presenti in Consiglio Regionale e una rappresentanza del CPEL, con l’obiettivo di riunire tutte le forze sociali, sindacali e politiche al fine di supportare e sostenere il Governo regionale nella difficile trattativa in corso tra MIT, MEF, RAVA, Regione Piemonte, Trenitalia e RFI e per la stesura del Piano Regionale Trasporti;

2) a utilizzare, con riferimento all’anno 2014, ogni strumento utile, compresa la garanzia di anticipazioni economiche compatibili con il bilancio regionale, al fine di sventare la minacciata riduzione delle corse.

I CONSIGLIERI
Jean-Pierre GUICHARDAZ
Elso GERANDIN
Fabrizio ROSCIO
Roberto COGNETTA
Andrea ROSSET
Raimondo Davide DONZEL
Alessandro NOGARA
Patrizia MORELLI
Stefano FERRERO
Carmela FONTANA
Chantal CERTAN
Albert CHATRIAN

20140302-193904.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...