Il Partito Demo…

Il Partito Democratico della Valle d’Aosta inizia da domani una serie di conferenze aperte al pubblico sui temi dell’ospedale della ferrovia, dal titolo “Mille progetti – Zero Opere”. Il primo appuntamento, organizzato in collaborazione con il circolo Pd ‘Sergio Graziola’ della Valdigne, è in programma domani, giovedì 1° marzo, alle ore 20.45 presso la sala del poliambulatorio di Morgex. Nel corso della serata, saranno anche illustrate foto e ipotesi progettuali riguardanti le tematiche oggetto del dibattito come base per la successiva discussione.

Sottolinea il segretario regionale del PD Raimondo Donzel: “ospedale e ferrovia sono temi che sono o saranno oggetto di dibattito nelle commissioni competenti del Consiglio Valle. Proprio per questo motivo, il PD intende incontrare i cittadini per avere anche suggerimenti e opinioni in merito alle scelte che stanno per essere operate. Come ha ricordato anche il ministro della Sanità Renato Balduzzi nella sua recente visita ad Aosta, è sempre più necessario che ogni progetto sia condiviso da una larga parte dell’opinione pubblica, e questo non può avvenire attraverso decisioni unilaterali del Consiglio regionale, peraltro con decisioni che sono molto lontane dai programmi elettorali promossi nel 2008 dalle forze di maggioranza”.

Aggiunge Donzel: “dal momento che ci si allontana a fine legislatura dal mandato ricevuto in sede elettorale, ancora di più è indispensabile un confronto con i cittadini per prendere decisioni che sono molto diverse rispetto a quelle annunciate a inizio legislatura”.

Nel merito delle questioni riguardanti ospedale e ferrovia, il PD Valle d’Aosta esprime forte preoccupazione perché la crisi economica e i tagli del federalismo fiscale, con gli accordi tra Berlusconi e Rollandin, hanno ridotto di molto il potenziale economico della regione Valle d’Aosta e quindi obbligano a ripensare e rivedere le grandi scelte strategiche operate fino ad oggi. “Ormai si sta palesando – conclude il segretario del PD Valle d’Aosta – che il quinquennio della Giunta Rollandin, annunciato come il governo del ‘fare’, si concluderà con un’Amministrazione che ha solo aperto tanti progetti, creando tanti libri dei sogni che sono stati stravolti o che rimarranno solo sulla carta, con costi altissimi di progettazione senza alcuna traduzione in servizi per i cittadini”.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...